VPN: tutto quello che devi sapere sulle Reti Private Virtuali

Ti sarà forse capitato, durante viaggi all’estero o in generale in discorsi riguardanti la tua sicurezza in rete, di sentire parlare di VPN.

In questo articolo vogliamo trasferirti nel dettaglio tutto quello chè è fondamentale conoscere in termini di VPN per proteggere la tua connessione e garantire sicurezza informatica.

Che cos’è una VPN e a cosa serve

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network, ovvero Rete Privata Virtuale. 

Letteralmente consiste in una rete privata in grado di trasmettere i dati da un punto all’altro del web, criptandoli. 

Se dovessimo rappresentarla visivamente, dovremmo immaginarla come una sorta di corridoio o tunnel tra il tuo dispositivo e internet.

Quando navighi su internet, infatti, vengono scambiati continuamente dati tra l’utente che sta utilizzando un determinato dispositivo (PC, tablet o smartphone) e il web. Una VPN crea invece una connessione più sicura tra il device e la rete perché consente di inviare e ricevere dati attraverso un server esterno denominato appunto “server VPN”.

Questo meccanismo consente di avere una serie di vantaggi durante la navigazione. 

Possiamo riassumerne 3 fondamentali che andremo poi a vedere nel dettaglio:

  1. Maggiore sicurezza online;
  2. Aumento della privacy;
  3. Un utilizzo più libero di internet.

Maggiore sicurezza online con la VPN

Il primo grande e reale beneficio di una VPN è quello di garantire maggiore sicurezza on line.

Come abbiamo anticipato, avere una Rete Privata Virtuale significa possedere una sorta di “corridoio” per far passare informazioni tra noi e il web.

È un corridoio criptato e assolutamente personale, quindi potenzialmente inaccessibile dall’esterno. Questo sistema rende veramente molto difficile, per esempio, accessi indesiderati o attacchi hacker. 

Ecco perché si tratta di un sistema particolarmente indicato per chi, magari, utilizza spesso reti wi-fi aperte o pubbliche. 

Questo però non esclude che chi navighi sempre e solo da casa sua sia al sicuro, anzi. 

Un sistema VPN è raccomandato, in verità, a chiunque navighi online con una certa frequenza. 

E soprattutto a chi online fa praticamente ogni cosa: passa informazioni lavorative, fa acquisti con carte di credito e così via. Ormai stiamo parlando di un utente medio. Chiunque di noi compie queste azioni ogni giorno sul web.

Una Rete Privata Virtuale è utilissima anche per lavoro. 

Soprattutto negli ultimi tempi con lo smartworking è diventata essenziale. 

Le informazioni che vengono trasmesse restano in totale sicurezza e soprattutto chi è all’interno della Rete Privata può accedere ai dati con facilità, senza dover essere fisicamente in ufficio. 

Potrebbe farlo anche senza un sistema come questo ma non sarebbe altrettanto sicuro. Anzi, risulterebbe davvero rischioso.

Tuttavia di questo specifico argomento parleremo più avanti.

Aumento della privacy con la VPN

Con una Rete Privata Virtuale il tuo IP non è pubblico. Tale indirizzo viene infatti viene nascosto nel momento in cui accedi al tuo “corridoio” di informazioni protette. 

Ciò non significa che navighi senza un indirizzo IP, ma che il tuo IP si trasforma in quello del server VPN. 

Questo si traduce nella possibilità di risalire a questo IP nella rete ma non a te. 

Quando navighi senza una Rete Privata Virtuale, questo tipo di anonimato è assolutamente escluso. Si può infatti risalire alla tua identità ed è semplicissimo geolocalizzarti.

Soprattutto quando parliamo di enti governativi ci sono elevate probabilità e rischi che i tuoi dati sensibili possano essere tranquillamente rintracciati. 

Una Rete Privata Virtuale ti permette inoltre di navigare sui siti che vuoi senza lasciare nessuna traccia, a meno che ovviamente non fai login con i tuoi dati. 

Utilizzo più libero di Internet con la VPN

Un altro vantaggio esclusivo della VPN è quello di “occultare” l’indirizzo IP, superando i limiti spesso imposti in alcuni Paesi d’Europa e del mondo.

Avrai notato, soprattutto in viaggio e/o in alcuni Paesi, che molti siti in cui possiamo accedere in Italia non sono disponibili all’estero.

Allo stesso modo avrai notato che quando tenti di accedere a dei contenuti esteri dall’Italia (banalmente a programmazioni Netflix) ti viene specificato che questi non sono previsti per il tuo Paese.

Ecco, con una VPN tutto ciò non avviene perché le sue funzionalità ti permettono di connetterti a qualunque sito ovunque ti trovi. 

È una comodità non da poco in un mondo che crediamo totalmente connesso ma che in realtà ha delle restrizioni. 

A questo punto ti chiederai come scegliere la migliore VPN in base alle tue esigenze e al tuo budget. Online ne trovi moltissime, semplici da installare e ancora più semplici da utilizzare.

VPN e lavoro: quando lo smartworking richiede una maggiore sicurezza

Differente è invece il discorso per la Reti Private Virtuali in ambito lavorativo. 

I servizi VPN comuni che trovi online non sono adeguati ad un’azienda di medie-grandi dimensioni. Questo perché non hanno la potenza per garantire standard di sicurezza elevati e soprattutto gestire così tanti accessi contemporaneamente allo stesso “corridoio”.

È il motivo per cui le aziende, oltre ad avere data room e server aziendali, hanno anche VPN ad hoc, costruite su misura per le proprie esigenze.

VPN e false credenze: sfatiamo qualche mito

La VPN rende davvero “invincibili”?

Spesso si tende a credere che una configurazione impeccabile della VPN garantisca una sicurezza intaccabile: proprio come un buon sistema di antifurto, anche la migliore configurazione di VPN potrebbe risultare vulnerabile se non accompagnata da sani comportamenti di prevenzione e precauzione; bisogna cioè limitare quanto più possibile l’errore umano.

Ad esempio, se navigassimo con una connessione aperta e quindi non protetta adeguatamente o comunque l’ambiente in rete non fosse completamente “sano”, i livelli di sicurezza si abbasserebbero e qualsiasi malware potrebbe commettere facilmente un furto di dati e compromettere la sicurezza informatica.

Il consiglio degli Specialisti di Galagant è quello di adottare dei sani comportamenti in rete che ci consentano di tenere alti i livelli di sicurezza limitando al massimo l’errore umano.

Quale VPN scegliere

Gratuite o a pagamento? Proprietari o open source?

E’ una delle domande a cui ci troviamo a rispondere in maniera piuttosto frequente: quello che possiamo affermare con certezza è che i sistemi proprietari utilizzano le stesse librerie dei client VPN open source.

Come in ogni ambito tecnologico, a fare la differenza non è tanto lo strumento quanto la strategia. 

In questo caso, l’elemento a cui bisogna prestare particolare attenzione è la configurazione della Rete Privata: sistemi affidabili in circolazione ce ne sono molteplici.

In Gruppo Galagant abbiamo selezionato i più funzionali: se sei il titolare di un’azienda e ti interessa approfondire questo tipo di strumento e tutti i suoi vantaggi, puoi contattare il team di Gruppo Galagant e richiedere una consulenza IT. 

Ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno e sceglieremo insieme la soluzione perfetta per il tuo ufficio o il tuo luogo di lavoro.

La nostra esperienza è al tuo servizio.

Condividi sui Social!