Iperconvergenza: perché è importante per la tua sicurezza aziendale

Il mondo si digitalizza sempre di più e pressoché tutti i nostri dati sono in rete, i nostri acquisti vengono fatti sul web e comunichiamo online quotidianamente con le persone che fanno parte della nostra vita.

Questo non vale solo per quanto riguarda la nostra sfera personale ma anche quella professionale in quanto il lavoro che svolgiamo è molto spesso in cloud, nelle mail girano informazioni aziendali e facciamo continuamente riunioni online.

Perché è sempre più importante parlare di sicurezza informatica

Questi sono sicuramente alcuni dei motivi per cui sentiamo sempre più spesso parlare di sicurezza informatica e iperconvergenza.

Eppure non se ne discute mai abbastanza, perché tutti dovremmo saperne sempre di più e capire bene a quali rischi siamo esposti ogni giorno.

Dal momento che l’informazione è un bene aziendale e che ormai ogni imprenditore a capo di un’azienda è responsabile del mantenimento in sicurezza di tutti i dati a disposizione, ogni organizzazione deve essere in grado di garantire la sicurezza dei propri dati, a maggior ragione in un contesto dove i rischi informatici causati dalle violazioni dei sistemi di sicurezza sono in continuo aumento.

Un attacco esterno, infatti, può causare molti danni e i maggiori rischi che si possono presentare sono:

  • Furto di dati aziendali
  • Furto di dati dei clienti
  • Blocco totale o parziale dell’operatività aziendale
  • Distruzione totale dell’intero stack informatico

Tutto questo può causare un grande danno economico e soprattutto avere risvolti legali molto spiacevoli per il personale responsabile e per l’azienda in generale.

Al momento, le minacce più frequenti riguardano i ransomware che sono virus progettati dagli hacker in grado di crittografare tutti i dati in tuo possesso e renderli inutilizzabili fino al pagamento di un riscatto.

Servizi di sicurezza informatica: come tutelarsi

Fortunatamente una soluzione a tutto questo esiste e sono molte le tecnologie messe a disposizione da diversi player di mercato che consentono di proteggersi dalle minacce esterne.

Il tutto attraverso l’implementazione di sistemi che hanno come scopo quello di creare una rete aziendale protetta.

Un approccio di cybersecurity di successo prevede l’applicazione di diversi livelli di protezione distribuiti su pc, reti, programmi o dati che si intendono mantenere al sicuro.

Oggi andiamo a vedere nello specifico uno di questi servizi per capire come funziona e perché può essere determinante nella tua sicurezza e in quella dei tuoi dati.

Cos’è l’iperconvergenza, uno dei sistemi di sicurezza più utilizzati oggi

L’iperconvergenza, o infrastruttura iperconvergente (HCI), è un sistema che combina tutte le risorse proprie tipiche di un datacenter.

Il software bare metal (che può essere installato direttamente su una macchina server), è in grado di generare in maniera virtuale tutte le componenti tipiche di una struttura ICT normalmente costituita da server, reti di storage e storage array separati.

I vantaggi includono un TCO inferiore, maggiori prestazioni e maggiore produttività all’interno dei team IT.

Ad oggi si tratta dell’infrastruttura preferita dalle aziende che vogliono restare competitive e assicurarsi che i propri datacenter siano pronti per il cloud.

iperconvergenza, data center

Come funziona l’iperconvergenza e i suoi componenti

L’HCI fa convergere l’intero stack del datacenter, inclusi elaborazione, storage, storage networking e virtualizzazione. 

La complessa e costosa infrastruttura legacy viene sostituita da una piattaforma in esecuzione su server pronti all’uso e costruiti secondo gli standard di settore.

In questo modo le aziende possono iniziare in piccolo e scalare un nodo alla volta.

Il software in esecuzione su ciascun nodo distribuisce tutte le funzioni operative nel cluster per ottenere prestazioni di livello superiore.

I componenti principali di questa infrastruttura sono quindi:

  • Virtualizzazione dello storage
  • Computer virtualization
  • Virtualizzazione del networking
  • Funzionalità di gestione avanzate (come l’automazione) 

Il software di virtualizzazione estrae e raggruppa in pool le risorse sottostanti e quindi le assegna tramite allocazione dinamica alle applicazioni in esecuzione su macchine virtuali o container. 

Si tratta fondamentalmente di quattro componenti software perfettamente integrati tra loro che lavorano a un unico obiettivo: la sicurezza.

Cosa è possibile fare con l’infrastruttura iperconvergente

  1. Creare un private cloud: in questo modo distribuisci un’infrastruttura simile al cloud con costi ridotti, maggiore controllo e sicurezza avanzata. 
  2. Estendere l’ambiente al public cloud: basta scegliere un’opzione as-a-service per una maggiore velocità di deployment e meno tempo dedicato alla gestione dell’infrastruttura.
  3. Realizzare un hybrid cloud: ci permette di gestire diverse applicazioni basate su virtual machine e su sistemi con architettura a container come docker

Quali sono i principali vantaggi di questo sistema

Sono diversi i vantaggi del passaggio da un’infrastruttura legacy complessa alla semplicità di questo sistema.

Tra i motivi principali che spingono le aziende al cambiamento ci sono senz’altro:

Maggiore efficienza dell’IT

Ovvero l’eliminazione dei processi manuali e della necessità di competenze operative separate per il tuo team. Con questa infrastruttura, un unico team IT convergente può monitorare e gestire le risorse e migliorare le funzionalità di storage. 

Inoltre, con l’HCI, le risorse IT vengono presentate come pool di storage che possono essere allocati dinamicamente per garantire il livello appropriato di capacità, prestazioni e protezione.

Storage migliore, costi ridotti

Puoi ridurre l’investimento destinato alla realizzazione di un’infrastruttura ICT utilizzando un’architettura con scalabilità verticale/orizzontale che richiede soltanto server standard non necessariamente dello stesso brand.

Inoltre il sistema è pensato per aggiungere capacità secondo necessità senza interruzione delle attività. Puoi infatti evitare qualsiasi dipendenza dai vendor ed eliminare l’overprovisioning, riducendo notevolmente i costi di infrastruttura del data center.

Maggiore scalabilità

Grazie all’infrastruttura puoi rispondere più rapidamente alle esigenze aziendali, che variano rapidamente e puoi anche accelerare le prestazioni delle applicazioni business critical, come ad esempio i database relazionali.

Inoltre ti viene assicurata una maggiore scalabilità rispetto all’infrastruttura tradizionale, abilitando un ambiente IT scalabile verticalmente e orizzontalmente con facilità per soddisfare ogni specifica esigenza.

Gruppo Galagant può aiutarti a fare tutto questo e scegliere per te la migliore delle soluzioni.

Abbiamo tutto quello che ti serve per il tuo business e per tenerlo al sicuro, giorno dopo giorno e quello che devi fare è semplicemente visitare il nostro sito e richiedere informazioni attraverso il form dedicato.

Ti contatteremo in brevissimo tempo.

Condividi sui Social!